1ok

ECHI MAROCCHINI A PORTO ERCOLE

20 ottobre 2016 , In: My Works , With: No Comments
3

La scorsa estate, sono stata chiamata per ristrutturare un appartamento a Porto Ercole nel condominio la Flotta. Lo stabile è visibilmente datato ma la vista, toglie il fiato!

La committente l’ha acquistato per le vacanze e quando ci siamo incontrate mi ha detto:<< Finalmente, ho trovato la casa che volevo >>.

Non stava nella pelle, voleva iniziare la ristrutturazione quanto prima. Così, partimmo per andare a vedere l’appartamento. Le sue richieste erano: ricavare due camere da letto, un bagno, una mini cucina, mettere un pavimento in ceramica e come colori, voleva usare, solo quelli del mare …… i suoi preferiti. Aveva pensato, di salvare solo un grande armadio adiacente all’ingresso…. voleva avere più spazio ed era convinta che lì avrebbe potuto infilare moltissime cose. Tuttavia, c’era ancora qualcosa da considerare…. aveva già acquistato alcuni mobili di antiquariato etnico ed europeo e voleva inserirli!

Li aveva scelti perché le piacevano…. era stato un colpo di fulmine. Inoltre, continuava a  parlarmi di stile Shabby e di Riad Marocchini. Ma come e dove inserire quei mobili? Come utilizzarli viste le grandi dimensioni? come mischiare gli stili? come ispirarsi ai Riad?

Lo spazio non era molto, gli ambienti erano mal distribuiti, gli impianti da rifare e la casa buia.

ok

In quel momento, l’unico elemento di pregio era la vista!

img_2631ok

Iniziai la progettazione e … la convinsi ad eliminare il grande armadio, ottenendo così: due camere, due bagni, un soggiorno e una piccola cucina con angolo pranzo.

Visto la scelta della ceramica a terra, pensai ad una continuità tra interno ed esterno. Il pavimento sarebbe stato lo stesso anche sul terrazzo. Gli ambienti sarebbero sembrati più grandi. Inoltre, le consigliai di eliminare il pilastro sulla terrazza che avrebbe evitato strettoie, rendendola vivibile.

img_2461ok

Tuttavia, in qualche modo, l’idea del Riad poteva essere portata nella ristrutturazione. Quindi, per il pavimento in ceramica scegliemmo maioliche irregolari, realizzate a mano, in Italia che avrebbero ripreso il colore di fondo e l’irregolarità di quelle originali, Marocchine, utilizzate per decorare la cappa e il bancone della cucina.

collage

E poi ….. Archi!

img_6163ok

Nella sala, nelle nicchie e …. nella doccia!

35

L’appartamento, per portare la luce al suo interno, doveva essere bianco [pavimento, pareti, porte, finestre]…. una scatola dove il colore sarebbe stato portato, al suo interno, dai tessuti écru, dai mobili in stile e dai complementi di arredo.

Lo spazio doveva essere leggero.

okokk

guardando queste ultime foto che ritraggono lo stesso ambiente ……Credo proprio, di esserci riuscita!:)

img_2484ok

 

There are no comments yet. Be the first to comment.

LASCIA UN COMMENTO

Alessandra Lino

Architect blogger curious & ironic girl lover of photography

if you want to collaborate with me write on: creativaseriale@gmail.com www.creativaseriale.com

Collaborazioni

Seguimi anche su TAHTSALLTRENDS.

Calendario

giugno: 2020
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930