IMG_5058

“IL GIARDINO” di Francesca Leone al MACRO

17 febbraio 2017 , In: eventi , With: No Comments
1

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, alla Triennale di Milano con “Our Trash”, arriva a Roma al museo MACRO, in via Nizza 138, la mostra personale dal titolo “Giardino” di Francesca Leone.

L’ Artista Romana inizia la sua attività nel 2007 ai Musei Capitolini proseguendo in varie città italiane e all’estero. Nel 2011 e nel 2013 partecipa alla Biennale di Venezia.

Nel 2014 presenta tre personali al MAC – Museo di Arte Contemporanea di Santiago del Cile, al MACBA – Museo di Arte Contemporanea di Buenos Aires, al Museo dell’Accademia delle Belle Arti di San Pietroburgo e al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli.

Nel 2015 presenta una mostra personale a Singapore e la monumentale esposizione “Our Tash” alla Triennale di Milano.

L’installazione, già esposta alla Triennale del 2015, è composta da 18 grate in alluminio ricoperta in plexiglass è stata realizzata con il contributo inconsapevole di centinaia di persone che hanno sparso sulle strade rifiuti e piccoli oggetti: mozziconi di sigarette, monete, pezzi di plastica, carta, biglietti dell’autobus, fototessere, chiavi, ecc …, che la Leone ha raccolto ed inserito nell’opera a testimonianza del loro passaggio.

Il risultato è una grande piattaforma dove lo spettatore, camminandovi sopra, diventa “protagonista” interagendo con l’opera: un nuovo “giardino urbano” e contemporaneo, prodotto dei tempi attuali, che si vive percorrendolo.

IMG_5057

Qui ci troviamo a guardare la nostra società, come se l’opera ci proiettasse dentro la realtà che quotidianamente sfugge al nostro sguardo e alla nostra riflessione.

IMG_5050ok

Di grande impatto è la realtà che l’Artista ci mette dinnanzi denunciando, attraverso l’arte e in modo provocatorio, il passaggio dell’uomo e i suoi comportamenti nei confronti dell’ambiente che andrebbe tutelato e protetto.

Così, le opere diventano un atto di denuncia sociale contro i comportamenti umani che danneggiano la natura e l’ambiente.

Interessante, secondo me, anche la scelta di un allestimento minimale che contribuisce ad esaltare queste grandi opere che sebben riconoscibili da lontano, appaiono da vicino come tele astratte.

FrancescaLeone_OurTrash1

 

IMG_5055

E’ visibile in questa mostra un percorso che l’Artista porta avanti da anni; un trait d’union che segna il passaggio dal figurativo al concettuale.

Rispetto all’istallazione Milanese, sono presenti anche tre grandi opere in cemento e ferro che per Danilo Eccher, curatore della mostra, rappresentano “un simbolo dell’atto compositivo di una società ormai deflagrata, un tentativo di definire il paesaggio urbano, che per l’Artista assume un valore critico rispetto alla corrosione fisica, ancor prima che psicologia, del sistema sociale”; ed un catalogo a tiratura limitata.

IMG_5052

All’ingresso del museo, per tutta la durata della mostra, sarà presente una grande grata nella quale i visitatori potranno contribuire alla “realizzazione” della “loro” opera inserendovi piccoli oggetti di scarto.

La mostra è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina dei Beni Culturali. Il Vernissage si è tenuto il 2 Febbraio ed è possibile visitare la mostra dal 3 Febbraio al 26 Marzo 2017.Dopo, questa data, la Grata sarà portata a New York, dal collezionista d’arte che l’ha già acquistata.

Per avere maggiori informazioni: www.museomacro.org

 

There are no comments yet. Be the first to comment.

LASCIA UN COMMENTO

Alessandra Lino

Architect blogger curious & ironic girl lover of photography

if you want to collaborate with me write on: creativaseriale@gmail.com www.creativaseriale.com

Collaborazioni

Seguimi anche su TAHTSALLTRENDS.

Calendario

giugno: 2020
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930